null

LOCATION

Qui il business diventa GREEN!

La natura è stata davvero generosa in Veneto regalando a questa regione anche parchi e fiumi, accanto alle splendide Dolomiti, alle magnifiche città ricche di arte e storia, al mare dove trascorrere l’estate.

La provincia di Rovigo è la terra compresa tra i due fiumi più importanti d’Italia Adige e Po, attorno ai quali si staglia un paesaggio rurale di grande fascino, patria indiscussa del turismo “lento”, ma allo stesso tempo  spazio di lavoro diverso dagli altri.

Sale meeting

Molte sono le sale meeting disponibili, nel centro storico di Rovigo, all’interno di palazzi pubblici prestigiosi con capacità compresa tra 80 e 200 posti, a cui si affiancano quelle di palazzi e teatri delle altre città della provincia. Alcuni esempi:

  • Salone del Grano della Camera di Commercio Venezia Rovigo Delta Lagunare, 
  • Sala degli Arazzi dell’Accademia dei Concordi,
  • Sala convegni di Palazzo Roncale
  • Ridotto del Teatro Sociale di Rovigo

L’offerta conta anche sale in business hotel, dimore storiche private ed agriturismi di charme presenti sia a poca distanza dal capoluogo che in tutto il territorio della provincia

Ville per occasioni speciali

Le ville sono certamente spazi perfetti per organizzare cerimonie speciali come matrimoni, compleanni, feste di laurea, e per eventi aziendali rivolti al pubblico quali esposizioni, presentazione prodotti, convegni culturali, mostre, festival, concerti. Tra le ville pubbliche primeggia Villa Badoer a Fratta Polesine, progettata da Antonio Palladio e patrimonio UNESCO

Spazi per grandi eventi

A queste si affiancano sale e spazi in edifici storici ristrutturati, grandi esempi di archeologia industriale, adatti anche per eventi di grandi dimensioni quali esposizioni, workshop, convention, concorsi pubblici, festival, concerti di musica ed altro ancora. La capacità delle sale in questi casi va da 50 a 500 posti.

Alcuni esempi:

  • Il Cen.Ser Rovigo Fiere nasce da una sapiente ristrutturazione dell’antico zuccherificio di Rovigo che ha mantenuto gli spazi originali pur declinandoli a nuova funzione d’uso mirata appunto a grandi eventi B2B e B2C ed alla convegnistica – il quartiere ospita anche l’Università di Rovigo (C.U.R) e un polo tecnologico composto da un centro di ricerca internazionale e un nuovissimo incubatore di imprese con alcune start up già attive nel campo dell’innovazione e del la prototipazione.
  • Il Museo della Bonifica di Ca’ Vendramin è un importante esempio di archeologia industriale, rappresentato dalla ristrutturazione del più grande complesso idrovoro del primo 900 nel Delta del Po, a pochi chilometri da Porto Tolle: all’interno oltre alle sale espositive dove si possono ammirare sia le grandi pompe idrovore di fine 800, sia altri macchinari ed attrezzature, è presente una sala meeting centrale, molto originale proprio perché inserita nel contesto dell’edificio, che può ospitare fino a 200 persone. Il complesso comprende altri edifici attigui e spazi esterni molto ampi questo consente di utilizzare la struttura, soprattutto da marzo ad ottobre, anche per grandi eventi.